Cronistoria della [email protected] edizione della Camminata delle 5 Chiese di Pozzengo

Cronistoria della [email protected] edizione della Camminata delle 5 Chiese di Pozzengo

E’ giunta alla sesta edizione la Camminata delle 5 Chiese, passeggiata non competitiva con risottata finale organizzata dal Circolo Ancol di Pozzengo in collaborazione con il Ristorante Lanterna Blu di Gaminella e guidata da Cammini DiVini di Augusto Cavallo.

Come tutti gli anni  è stata confermata la data del  2 giugno, che questanno ricorreva di domenica. Una calda domenica soleggiata dopo un maggio piovosissimo ha quindi accolto i quasi cento camminatori che hanno partecipato all’evento. Il giro prevedeva la partenza dalla frazione di Gaminella per poi salire verso il Santuario di San Gottardo per la prima sosta con visita a questo centro di devozione noto in tutta la Valcerrina. Durante le soste il Professor Pollicelli ha dato tutte le indicazioni storiche artistiche degli edifici religiosi visitati.

A questo punto iniziava il tratto più naturalistico del percorso attraversando i prati di fondovalle costeggiati da piccoli corsi d’acqua ancora rigogliosi dopo le recenti piogge, per poi risalire su un ripido sentiero  tra i boschi fino ad arrivare alla Chiesetta di San Bernardo per un’altra breve sosta con degustazione dei vini dell’Azienda Agricola di Melotti Roberto. Si proseguiva quindi attraversando l’abitato di Pozzengo in cui si trovano a breve distanza la Chiesa di San Rocco in regione Crosia, la grande e bella Chiesa Parrocchiale di San Bononio, ed infine la Chiesa dedicata alla Madonna del Carmine. A seguire iniziava la parte finale dell’escursione che scendeva lungo un dolce declivio panoramico, entrando per un breve tratto nel Comune di Cerrina con attraversamento della ex statale 590, per poi svoltare a sinistra e tornare al punto di partenza dove un’altra degustazione di vini proposta dalla Cantina di Massa Sergio accoglieva gli ormai stanchi camminatori.

Un’ottima risottata proposta dal Ristorante Lanterna Blu seguita dal famoso zuccotto all’ananas concludeva così le fatiche di tutti i partecipanti che rientravano così a malincuore verso casa.